L’unica domanda che dovresti sempre chiedere in un’intervista di lavoro

intervista di lavoro

Una cultura positiva sul posto di lavoro è un fattore importante nella soddisfazione del lavoro e un ambiente tossico può essere dannoso per la tua salute e la produttività.

Ma come fai a sapere che cosa è la cultura dell’ufficio di un’azienda prima di accettare un lavoro?

Per scoprire, professore di scuola superiore di Business Wharton, Adam Grant, suggerisce di usare questa semplice domanda durante il processo di colloquio di lavoro: “Chiedete loro di raccontare una storia su qualcosa che accade nell’organizzazione che non sarebbe avvenuto altrove”. Dice durante un pannello all’OZY Fest di New York City.

Grant è un autore più venduto e uno psicologo organizzatore che consulta per aziende come Facebook, Google e Goldman Sachs.

L'unica domanda che dovresti sempre chiedere in un'intervista di lavoroUtilizzando questa domanda specifica è più utile che non solo chiedere alle persone di descrivere la cultura o di spiegare perché cercano di giocare a book of ra gratis perché “stanno per dire come,” Oh questi sono i nostri valori “, ma non ti dice niente di che cosa è come lavorare lì , “Spiega Grant.

“Quando raccontano una storia, allora puoi iniziare a vedere un modello”, dice Grant. “Volete sapere, quali sono le storie che vengono raccontate più e più volte e cosa rivelano, è questo un posto dove hai un senso di sicurezza psicologica, dove puoi fidarvi di persone dove la tua voce viene sentita.

“È incredibile quanto spesso non sia così”.

Grant ha formulato la sua domanda quando uno dei suoi studenti gli ha chiesto consulenza su come scegliere un lavoro. Stava intervistando per posizioni in diverse banche diverse, ma non sapeva quale sarebbe una buona vestibilità.

Quando ha preso i consigli di Grant e ha fatto la sua domanda nelle interviste, ha ottenuto risultati scioccanti, ma utili. Ad esempio, un intervistatore le ha detto che ha sentito una storia su qualcuno che getta una sedia presso un impiegato per aver girato “male lavoro”. Secondo Grant, “ha cominciato a ascoltare queste storie d’orrore”.

Ecco perché gli aneddoti sono così importanti, dice Grant: “Se lo fai più e più volte, la cultura viene a vita”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *